Siamo delle individualita’ ( insegnanti, genitori…) intenzionate a costruire una scuola di ispirazione democratica a Padova che possa esprimere un’ alternativa in campo educativo e pedagogico.

Interessato a fare parte di una scuola democratica a Padova?

Scriveci!

email: centrostudiodemocratico@gmail.com

22 responses »

  1. Buongiorno, sono la mamma di 2 bimbi di 2 e 6 anni e siamo interessati al vostro progetto di scuola democratica. Abitiamo a Piombino Dese e prima di mandarvi la dichiarazione di interesse vorremmo sapere, se possibile, in quale zona di Padova verrà organizzato il progetto.
    Vi ringrazio anticipatamente
    Cordiali
    saluti
    Nazzarena

  2. salve
    sono uno studente di scienze della formazione primaria, lavoro da anni nel mondo dell’educazione e mi sto interessando alle iniziative “altre” che riguardano il mondo della scuola, sia da un punto di vista professionale, sia come genitore (ho due bambini di 2 e 4 anni). Eccomi dunque, se avete un luogo, punto di ritrovo, date prossime io cercherò di partecipare.
    Spero stasera a cusinati di conoscere qualcuno di voi.
    Ciao Davide

  3. Ciao,

    sono una maestra di scuola primaria (precaria) e studentessa di scienze della formazione primaria. Vorrei mettermi in contatto col vostro gruppo per conoscere meglio la vostra prospettiva, con cui mi trovo decisamente d’accordo.
    Spero di ricevere presto vostre notizie!
    grazie

  4. ciao, ho una figlia di 16 anni che sta cercando un alternativa alla scuola statae. Le abbiamo provate tutte (una peggio dell’ altra).
    Ci sono persone interessate – per quanto voi sappiate- nella formazione di una scuola superiore “di buon senzo”. Tante ragazze e ragazzi finiscono nelle mani di scuole priv. come CEPU e quelle serale che danno una risposta addeguata alle loro esigenze, ma la possibilità di comprarsi la promozione!!!!
    Voremmo far partire un gruppo qui in zona VR-Vr Est, Vicenza….

    ciao
    Karin

    • Ciao, Karin

      le alternative che avete sono organizzarvi per contro vostro oppure fare istruzione familiare. Purtroppo non ho presente di nessun gruppo nella vostra zona per una ragazza di quella età. Ma potete crearlo voi! Comunque ti consiglio di parlare con la scuola Kiskanu di Verona, magari sono a conoscenza di altre famiglie.
      Se c’è qualcosa che possiamo fare per voi, fateci sapere!
      Saluti

  5. Ciao! Sono laureato in Ingegneria Informatica e ho 7 anni di esperienza come project manager in una web company, ma anche 6 anni di esperienza teatrale, per esempio. Facendola breve, ho lasciato il lavoro e l’Italia a gennaio per una serie di ragioni (che fondamentalmente hanno a che fare con il miglioramento personale) e sto viaggiando in giro per il mondo. in questo viaggio ho maturato l’idea che l’educazione come viene portata nella scuola democratica è la cosa più importante che si possa fare nella vita, per cui il mio piano è di arrivare a insegnare con tecniche “teatrali” matematica, fisica, informatica, project management. Ho contattato la scuola di Summerhill che mi ha dato l’elenco delle scuole democratiche nel mondo, e non ce n’erano in italia, per cui sto migliorando l’inglese e qualche altra cosetta per essere pronto a insegnare in una di queste scuola.
    Oggi ho scoperto voi e io sono di padova, anche se ora vivo in Malesia.
    Se ci fosse un serio progetto di una scuola democratica a Padova, avrei un motivo per tornare in italia. Non ho esperienza di insegnamento tradizionale, ho dato ripetizioni, ho fatto alcuni tipi di volontariato.
    Mi chiedo come debba essere e come possa prepararsi in un insegnante di una scuola democratica, specialmente in materie tradizionalmente ostiche come matematica. Ho germogli di idea in proposito, e amici a cui chiedere consigli, e mi piacerebbe essere parte di questo progetto. A Padova conosco Francesco Arleo, che mi sembra un personaggio che potrebbe essere determinante in un progetto come questo.
    Mi chiedo anche se sarei adatto a un progetto come questo. Credo di sì, semplicemente perché credo profondamente nei principi dell’educazione democratica, e non penso che siamo in molti, e nemmeno che sia facile crederci, specialmente in Italia.

    • Caro Nicola,

      inanzitutto complimenti per il tuo giro nel mondo. Se per caso vieni a Padova, ci piacerebbe incontrarti e parlare del nostro progetto. Vorrei sapere più delle tecniche teatrali per insegnare. Te la senti di scrivere per il nostro blog un articolo descrivendole?

      Saluti

  6. Parlando di tecniche teatrali mi riferisco principalmente agli esercizi di concentrazione che si fanno nel teatro di improvvisazione, per cui si ha molto a che fare con il gioco, il movimento, l’energia, l’ascolto. Per esempio si può stare tutti in cerchio, si stabilisce una regola (matematica o logica) e ogni partecipante deve applicare la regola eseguendo un movimento specifico, o con un suono o un’espressione che può essere creativa ma dev’essere correlata alla regola.
    Richiede una bella dose di creatività da parte dell’insegnante ma credo che per i ragazzi sarebbe un modo stupendo di studiare. Onestamente non ho un’esperienza teatrale così profonda da scriverci un articolo su due piedi, è giusto un’idea (non credo nemmeno così originale) alla quale occorre lavorarci su. Contavo di chiedere una mano ai miei insegnanti per recuperare materiale specifico.
    Al momento sono all’estero e ci tengo a lavorare al mio inglese, in modo da potermi formare in ambiente internazionale e provare ad entrare in qualche scuola democratica già attiva ed assimilare un’esperienza che magari un giorno potrei e spero di portare in italia.
    Grazie per l’attenzione.

    • Molto interessante.
      Alcuni di noi insegnano all’ interno di scuole statali, altri tentano alternative, ma comunque cercando quel rispetto che rappresenta la radice di ogni relazione.
      Andiamo verso un futuro molto diverso dall’ attuale presente e queste sono le prime avvisaglie del cambiamento in corso.
      Coraggio e amore
      Francesco
      C.S.D. Pd

  7. Ciao! Sono una studentessa di filosofia a Padova ed educatrice. Mi interesso da un po’ di educazione antiautoritaria e la sto portando avanti “in proprio” da più di due anni nel mio lavoro di educatrice, per quanto mi è possibile, sempre con risultati bellissimi… perciò mi sono con il tempo convinta che sia quella la via, anche di fronte alla crisi della scuola di oggi. Ci credo davvero molto ma trovo scoraggiante che non ci sia una realtà attiva anche qui a Padova. Perciò mi piacerebbe molto partecipare attivamente ad un gruppo o a qualcosa del genere che si muova in questa direzione. Rimango a vostra disposizione per una collaborazione o un confronto!

    • Cara Marta.
      Per adesso ci troviamo il sabato verso le 16.00 al Forte Marghera di Mestre, anche se gli incontri ultimamente si sono un pochino ridimensionati.
      Se ci muoveremo, in futuro, in modo più incisivo te lo faremo sapere.
      Molto dipende dalla partecipazione delle persone interessate che non sempre si sentono pronte ad impegnarsi in prima persona ed in modo efficace.

      Francesco

      • Ciao Francesco! Già, ero al corrente del Forte (ho avuto modo di parlare con Andrea Sola) anche se ahimè non sono ancora riuscita a venirci. Sarebbe bello creare anche qualcosa qui a Padova, ma non saprei neanche da dove cominciare e, soprattutto, non so se sia fattibile… proprio per i motivi che dici tu… manca un po’ di intraprendenza. Cercherò di raggiungervi il prima possibile!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s